anziani senza dimora

Il progetto Anziani senza dimora, realizzato sul territorio del Comune di Bologna, ha come obiettivo quello di garantire tutela legale ad anziani senza fissa dimora e in condizione di grave marginalità sociale, al fine di promuoverne il riconoscimento dei diritti e l’accesso a percorsi di reinserimento sociale.

A tal fine verrà realizzato uno sportello presso il quale verranno fornite ai destinatari gratuitamente consulenza ed assistenza legale. Per un funzionamento ottimale lo sportello sarà in rete con i principali servizi cittadini rivolti alla terza età ed usufruirà di un nucleo di operatori volontari che si preoccuperanno di agevolare l’accesso dell’utenza agli sportelli mediante processi di divulgazione, orientamento, invio diretto ed accompagnamento.

Scopo del progetto è anche sensibilizzare ed informare in merito al tema degli anziani in condizione di emarginazione ed alla tutela dei diritti; a tale scopo verrà realizzata una pubblicazione divulgativa.

Il contesto di riferimento

Se un tempo a finire in strada era una categoria più uniforme di persone oggi vanno emergendo nuove forme di marginalità.

La figura dell’anziano solo appare connotata da particolare fragilità: privo di reddito o con un reddito minimo e sprovvisto di rete familiare, versa spesso in condizioni di isolamento, povertà e degrado sociale.

Il passo che separa tali soggetti dall’ingresso nei circuiti di esclusione sociale è breve, considerazione avvalorata dalla crescente incidenza registrata dalle organizzazioni di settore della popolazione ultrasessantacinquenne tra i senza tetto.

Il tema degli anziani fragili è oggetto di particolare attenzione e trova riscontro in una tipologia variegata di servizi in ambito di welfare. Esiste tuttavia una fascia di anziani che gravitano al di fuori di qualsiasi possibilità di accesso a tali servizi e dei quali, in ragione del fatto che risultano senza fissa dimora, nessuno si sente chiamato a farsi carico.

Aspetti innovativi e sperimentali

Il Progetto propone inoltre un approccio inedito al problema degli anziani fragili, incentrando la propria attenzione su una fascia di persone che, pur manifestando le difficoltà socio-sanitarie e relazionali-affettive tipiche della terza età, si trovano nella condizione di non poter accedere ai servizi essenziali e vive una condizione, quella dell’isolamento e della strada appunto, proibitiva in relazione alla propria condizione psico-fisica correlata all’età.

Durata del progetto
01.09.2008/31.08.2009

Coordinatore del progetto
Dott. Jacopo Fiorentino
info@avvocatodistrada.it

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti sulle iniziative di Avvocato di strada

Richiesta d'iscrizione ricevuta. Grazie!

Share This