Per le persone senza dimora prive di residenza anagrafica e medico di base nei mesi passati è stato molto difficile vaccinarsi. 

Nelle ultime settimane, tuttavia, la situazione è migliorata. Con la maggiore disponibilità dei vaccini e l’allargamento della platea, dovuta anche alle tante richieste che arrivavano dalle associazioni di volontariato come la nostra, finalmente tante persone senza dimora sono riuscite a vaccinarsi anche se non sono iscritte al Sistema Sanitario Nazionale.

Dopo il vaccino, però, adesso stanno incontrando tante difficoltà nel reperire il certificato che attesta l’avvenuta vaccinazione. Un’operazione che per tanti cittadini è semplice e immediata, per una persona che vive in strada, non ha la carta di identità elettronica, la tessera sanitaria, lo SPID e l’app IO, rappresenta l’ennesima montagna da scalare.

Una soluzione, tuttavia, fortunatamente esiste. Dal momento che in queste settimane abbiamo avuto tante richieste di questo tipo da associazioni, volontari e assistiti abbiamo deciso di fare un brevissimo tutorial per spiegare come possono scaricare il Green Pass le persone che si sono vaccinate ma che non sono iscritte al Sistema Sanitario Nazionale.

Ecco cosa fare:

1. Accedere al sito https://www.dgc.gov.it/web/ e cliccare su “Tessera Sanitaria” (evidenziato in giallo nell’immagine);

2. Nella schermata che apparirà bisognerà scegliere, a seconda del caso, l’opzione “Utente senza tessera sanitaria o vaccinato all’estero” oppure “Utente non iscritto al SSN vaccinato in Italia”, compilare i vari campi e cliccare sul pulsante “Recupera certificazione”.

Se i dati inseriti sono corretti verrà direttamente scaricato il certificato in formato pdf! Abbiamo tuttavia ricevuto diverse segnalazioni di casi in cui il sistema non riconosce i dati di richiedenti non iscritti al Sistema Sanitario Nazionale, impedendo così di scaricare la certificazione verde.

Il problema risulta talvolta risolvibile inserendo, come indicato nell’immagine sottostante, il codice ENI o il codice STP nel campo da compilare denominato “Codice fiscale o identificativo assegnato da Sistema TS” avendo cura di non inserire solamente il codice numerico ma anche il prefisso alfabetico in modo tale da inserire un codice che complessivamente ha la medesima lunghezza di un ordinario codice fiscale.

Ad Esempio:

ENI1234567890123
STP1234567890123

 

Nel caso in cui anche in questo modo il sistema non permetta di scaricare il Green Pass, invitiamo a effettuare la segnalazione all’UNAR, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, attraverso l’apposito form al seguente link : https://servizi.unar.it/Unar/cosa-facciamo/contact-center/segnalazione/intro o contattando il numero verde 800 90 10 10

Buon Green Pass a tutti/e!

 

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti sulle iniziative di Avvocato di strada

Richiesta d'iscrizione ricevuta. Grazie!

Share This