Avvocato di strada Onlus è iscritta all’Albo nazionale degli enti di Servizio civile. Ogni anno i giovani tra i 18 e 29 anni possono svolgere presso varie sedi italiane della nostra associazione la propria esperienza di Servizio civile: un’occasione unica di crescita personale e di formazione, durante la quale acquisire nuove competenze e realizzare qualcosa di utile per se e per gli altri.

News & aggiornamenti sul Servizio Civile

Nero su bianco

“Ehi ciao avvocati”. Una mano che si alza, un sorriso accennato sul volto: è la notte dei senza dimora e in un semplice gesto si apre davanti ai miei occhi tutto il vissuto di un anno…

Una valigia piena di ricordi

Sono arrivata alla fine di questo anno di Servizio Civile: da una parte, mi sembra che questi mesi in Associazione siano volati, dall’altra, ripensando a quelle prime giornate di ottobre passate insieme a tutti ragazzi del SC, mi sembra che sia passato tantissimo tempo.

Imparare il senso di una professione

Al termine di questo anno trascorso allo sportello di Genova di Avvocato di strada mi pongo alcune domande. La prima: “Sono una persona migliore?” La seconda: “Sono riuscito ad essere d’aiuto?” La terza: “hai fatto bene a farlo?” La testimonianza di Giulio Montalcini, nostro volontario del Servizio Civile

Ciò che hai donato è tuo per sempre

In questi giorni di calme e torride giornate di agosto ho avuto la possibilità di riflettere sul tempo. Il telefono di Avvocato di strada squilla più raramente, e quando accade mi rendo conto di avere più tempo rispetto ai mesi passati da dedicare alla persona che si trova dall’altra parte del “filo”.

Quello che ti lascia una prima volta

Dicono che la prima volta non si scorda mai, chissà quale sarà il motivo poi. Forse perché non sai esattamente cosa ti succederà nel mentre, forse perché ti spaventa quello che ti lascerà dopo. Oppure perché senti di non essere pronto, di non esserti preparato abbastanza e quindi di rovinare tutto.

La ricerca della felicità

H. è una ragazza poco più giovane di me, silenziosa e tranquilla. E’ una richiedente asilo nigeriana, mandata a Foggia dal nord per risolvere alcune questioni relative alla sua domanda di asilo con la questura del territorio.

Le rose di Kamal

Kamal è un signore pachistano, conosciuto da tutti perché lavora in uno dei luoghi più frequentati della città. Lo si può trovare ogni giorno in un angolo della piazza principale, alle prese con le sue foglie di palma che trasforma abilmente in piccole sculture.

Scrivici per maggiori informazioni!

15 + 12 =