Diventa un volontario del diritto

 

 

 

 

Grazie per essere arrivata/o su questa pagina!

Significa che stai pensando di darci una mano a tutelare i diritti delle persone senza dimora che si rivolgono alle nostre sedi dislocate in tutta Italia.

Come sai Avvocato di strada è un’associazione di volontariato e, come tale, ha un unico grande cuore pulsante: si tratta degli oltre 1000 volontari che donano il loro tempo e le loro competenze e che si mettono quotidianamente a disposizione delle persone che vivono ai margini e che, purtroppo, sono spesso dimenticate.

Qui troverai le informazioni su come ci organizziamo, in modo che tu possa decidere se diventare un nuovo volontario di Avvocato di strada.

Che requisiti devo avere per diventare volontario?
Voglia di metterti in gioco, capacità di ascolto, un po’ di tempo, e tanta volontà di dare una mano a chi è in difficoltà.
Chi sono e cosa fanno i volontari dell’Associazione?
La nostra associazione è aperta al contributo di tutti e ogni nuovo arrivo è il benvenuto. I nostri volontari sono in prevalenza avvocati, praticanti o studenti di giurisprudenza, ma ogni singolo cittadino può darci una mano in base alle proprie competenze e ai propri interessi.

Se sei avvocata/o: dovrai partecipare agli sportelli legali, ascoltare i problemi presentati dalle persone senza dimora che vengono da noi, fornire loro una consulenza o un orientamento, assisterli giudizialmente o stragiudizialmente.
Il volontariato è gratuito. Le persone senza dimora non pagano nulla per il nostro servizio, le spese legali (contributi unificati, marche da bollo, costo copie atti, raccomandate AR, ecc.) sono sostenute interamente dall’Associazione. L’avvocata/o volontario non può trattenere il compenso, qualora decida di richiederlo, a seguito di accesso al gratuito patrocinio a spese dello Stato. Non si incassano parcelle, è volontariato.

Sei praticante, studente (di giurisprudenza o di qualunque altra facoltà) o una cittadina/cittadino: dovrai accogliere le persone senza dimora che vengono ai nostri sportelli, dare supporto agli avvocati nella gestione delle pratiche, negli accompagnamenti degli assistiti presso gli uffici, dovrai dare orientamento ad altri servizi del tuo territorio che si occupano di persone senza dimora. Aiuterai la coordinatrice o il coordinatore nella gestione della sede locale.

Infine tutte le volontarie e i volontari organizzano iniziative di informazione/formazione/sensibilizzazione sulle tematiche trattate dall’Associazione, organizzano banchetti informativi e di raccolta fondi e tante tante altre cose. Insomma, come hai visto dando un’occhiata al sito, facciamo moltissime cose e nuovi volontari sono ben accetti.

Le volontarie e i volontari diventano socie e soci dell’Associazione (quota sociale 20€ all’anno stabilita dall’Assemblea delle socie e dei soci) e utilizzano obbligatoriamente, nello svolgimento delle attività di tutela legale, l’applicativo gestionale interno dell’Associazione.

Che tipo di impegno richiede essere volontario dell’Associazione?
Il nostro impegno si svolge all’interno di strutture messe a disposizione da altre associazioni. Gli sportelli di ricevimento in genere si svolgono una volta alla settimana con un sistema di turnazione tra tutti i volontari di una determinata sede. Vista la particolarità della nostra associazione però, il lavoro non termina allo sportello, è infatti necessario considerare il tempo della presa in carico degli utenti che riceviamo: saranno necessari accompagnamenti, discussioni in tribunale, dovrai redigere atti e ricorsi, fare mediazioni, etc.

Oltre a questo, per noi è importante il confronto continuo tra i membri dell’associazione, quindi è richiesta la tua presenza anche alla vita associativa e alle varie iniziative: prime tra tutte le riunioni di sede, in genere una riunione ogni 2-3 mesi, ma anche all’assemblea nazionale, che si svolge un volta l’anno e in cui partecipano i volontari delle sedi di tutta Italia, un’occasione di grande confronto per tutti quanti.

Ci teniamo a specificare che se diventi volontaria/o dell’Associazione devi farlo con responsabilità. Ci occupiamo di questioni legali molto importanti per le persone che assistiamo e, anche se si tratta di volontariato, abbiamo il dovere di rispettare scadenze, di dare risposte in tempi brevi, di non dimenticarci delle loro pratiche, di collaborare per una gestione funzionale della sede in cui si è operativi, di organizzare eventi di sensibilizzazione e iniziative di advocacy per mantenere alta l’attenzione sulla necessità di lottare in modo costruttivo contro la povertà, non contro i poveri. È davvero importante.

E se non posso più fare volontariato ma sto ancora seguendo delle persone che ho incontrato allo sportello?
Non è un problema. Sappiamo bene che una persona fa volontariato quando ha un po’ di tempo a disposizione. Gli impegni cambiano, a volte si cambia pure città. Ci aspettiamo però che nel momento in cui non potrai più prestare servizio ce lo comunichi, aggiorni sul gestionale interno dell’Associazione, in modo dettagliato, lo stato di avanzamento delle pratiche di cui sei responsabile e passi la gestione agli altri volontari della tua sede locale. Se sei operativo in un gruppo di lavoro per l’organizzazione di un’iniziativa devi comunicare la tua impossibilità a proseguire nell’attività.

Ci aspettiamo collaborazione e, appunto, responsabilità. Ce la aspettiamo noi e, più di tutte e tutti, se la aspettano le persone senza dimora che si affidano noi e ci danno fiducia.

Allora, sei pronto a diventare volontaria/o?

Se vuoi approfondire leggi lo statuto dell’Associazione e compila il modulo seguente. Verrai ricontattata/o presto per avere maggiori info!

Non siamo presenti nella tua città?

Scrivici a segreteria@avvocatodistrada.it!

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti sulle iniziative di Avvocato di strada

Richiesta d'iscrizione ricevuta. Grazie!

Share This