Storia di G. e di sua moglie

Apr 23, 2020 | Bologna, Storie

Qualche mese fa, G. decide di lasciare la Romania, il suo Paese d’origine, per inseguire il sogno di una vita migliore in Italia. Dopo aver affidato alle cure della nonna materna i quattro figli minori, arriva a Bologna insieme alla moglie, con la speranza di costruire qualcosa di solido per loro.

G. non poteva prevedere l’arrivo della pandemia globale che oggi ha reso ancora più evidenti le disuguaglianze già esistenti. 

Non avendo più modo di trovare un’occupazione si riduce a vivere in strada con la moglie, senza la possibilità di avere pasti caldi e senza un luogo dove dormire.

Aiutatemi a tornare a casa, voglio andare dai miei figli, hanno fame e sono preoccupato per loro” è l’appello che G. ha rivolto ad una delle volontarie di Avvocato di strada la prima volta che è venuto ad un nostro sportello.

“Per prima cosa” ci dice Rossella, volontaria dell’associazione, “abbiamo consegnato a G. e a sua moglie la guida Dove Andare Per – Emergenza Covid19, un piccolo fascicolo contenente i numeri di telefono e gli orari di apertura delle realtà che offrono un posto per dormire, un pasto caldo e  assistenza in questo periodo emergenziale. Dopo un contatto tra G. e il Consolato rumeno a Bologna, l’abbiamo aiutato a compilare l’autocertificazione che gli avrebbe permesso di rientrare nel suo Paese”.

Oggi G. e la moglie sono finalmente tornati a casa, dove sanno di dover affrontare un periodo di isolamento prima di poter riabbracciare i propri figli.

“Storie come quella di G. e sua moglie mi spingono a credere in Avvocato di strada, perché mostrano come il piccolo contributo di ognuno di noi possa davvero aiutare concretamente le persone ai margini”.

Rossella, volontaria di Avvocato di strada Bologna

Anche per te #nonEsistonoCausePerse?
Sostienici!

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti sulle iniziative di Avvocato di strada

Richiesta d'iscrizione ricevuta. Grazie!

Share This