Una casa a quattro ruote

Gen 22, 2021 | Forlì, Storie

Emilio è un uomo romagnolo sulla quarantina. Ha una famiglia disgregata ed infelice, composta da un padre assente ed un fratello affetto da problemi psichiatrici. Una storia che Emilio non racconta volentieri e che si può solo intuire tra le righe dei suoi racconti. Antonio, volontario dello sportello di Forlì, lo ha conosciuto quando viveva in macchina e non ha mai saputo come fosse arrivato a vivere in quella condizione.

Un giorno Emilio si era sentito male ed era stato ricoverato in ospedale per un periodo di tempo piuttosto lungo. Quando era uscito aveva scoperto che la sua macchina era stata sequestrata perché l’assicurazione non era stata rinnovata. Emilio, però, sapendo quanto la macchina fosse importante per lui, era convinto di essere in regola con l’assicurazione: l’aveva pagata poco prima del ricovero e aveva ricevuto un tagliando via mail. In realtà, era stato truffato: la compagnia assicurativa online a cui si era affidato per il rinnovo era finta e l’assicurazione risultava scaduta.

Così, totalmente abbattuto, aveva deciso di rivolgersi alla nostra Associazione. Non solo era stato truffato, ma era anche stato multato, gli erano stati sottratti cinque punti dalla patente e, più di tutto, era rimasto sprovvisto della sua casa a quattro ruote.
“Abbiamo fatto ricorso al giudice di pace contro la multa ed il sequestro della vettura dimostrando la buonafede di Emilio” riferisce Antonio.

Il giudice di pace ha stabilito immediatamente per la riconsegna dell’automobile e per l’annullamento della multa, oltre che per la restituzione dei punti sulla patente.

La gioia di Emilio è stata fuori misura. Di recente è tornato allo sportello per regolarizzare la sua residenza. Per noi è un onore poterlo accompagnare nel suo percorso di uscita dall’oblio della strada.

Anche per te #nonEsistonoCausePerse? Sostienici!

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti sulle iniziative di Avvocato di strada

Richiesta d'iscrizione ricevuta. Grazie!

Share This