“3769 persone assistite gratuitamente in tutta Italia nel corso del 2017. 982 avvocati impegnati quotidianamente in 49 città italiane. 2,6 milioni di euro il valore del lavoro legale messo gratuitamente a disposizione degli ultimi. Queste alcune delle cifre contenute nel bilancio sociale 2017 dell’Associazione Avvocato di strada Onlus. In una pagina memorabile del libro ‘L’avvocato di strada’, il protagonista ideato da John Grisham dice “Prima di tutto sono un essere umano. Poi un avvocato. E’ possibile essere entrambe le cose”. I numeri delle nostre attività dell’anno passato lo confermano”. Così Antonio Mumolo, presidente nazionale dell’Associazione.

“Diritto alla residenza, diritto di famiglia, fogli di via, tutela di persone vittime di violenze e aggressioni, diritto dell’immigrazione. Anche quest’anno – prosegue l’avvocato Mumolo – le nostre attività hanno riguardato a 360 gradi pratiche di tutte le aree giuridiche. Rispetto all’anno precedente le pratiche di diritto civile sono passate da 1377 a 1403. Le pratiche di diritto amministrativo sono passate da 1052 a 1089. Le pratiche di diritto dei migranti sono leggermente diminuite, passando da 906 a 915. Le pratiche di diritto penale sono invece leggermente diminuite passando da 368 a 362”.

“Si può dire che l’esperienza di “Avvocato di strada” abbia raggiunto nel 2018 la maggiore età, ed è con commozione ed orgoglio che oggi guardo al cammino che abbiamo percorso fin qui. Il nostro volontariato ha certamente un carattere tecnico, ma proprio per questo fortemente concreto: proviamo ad utilizzare la legge per agire sulle cause che spingono o costringono le persone alla condizione di senza dimora. Attraverso la tutela dei diritti cerchiamo di ridare dignità di cittadino a chi rischia di perderla per strada e soprattutto – conclude Mumolo – cerchiamo di rendere giustizia, ricordando sempre che tutelare i diritti dei deboli significa, alla fine, difendere i diritti di tutti”.

BILANCIO SOCIALE 2017

Share This