🗓 Oggi Mercoledì 20 luglio, ore 18.30

📍 Piazzetta Gasparotto, Padova

I nostri volontari padovani saranno presenti per parlare di giustizia riparativa alla luce della riforma Cartabia.

Ci saranno importanti ospiti per parlare di un tema particolarmente dibattuto e complesso. Vi aspettiamo numerosi!

In Italia molto spesso si sente parlare di “carcere duro”, di “celle da chiudere e chiavi da buttare”.
Spesso un reato crea una “frattura” sociale. Ma cosa succederebbe se invece che allontanare chi compie un reato e chi lo subisce si provasse a farli avvicinare? Cosa succederebbe se si instaurasse un dialogo tra le parti?
Rispondere non è facile, ma esiste un paradigma che mira proprio a questo: riparare la relazione infranta.
Il paradigma della Giustizia Riparativa è un <<Qualsiasi procedimento che permette alla vittima e all’autore del reato di partecipare attivamente, se vi acconsentono liberamente, alla risoluzione delle questioni risultanti dal reato con l’aiuto di un terzo imparziale>>
La Riforma Cartabia, d’altro canto, risulta essere un passo fondamentale nella riforma del processo penale. È necessario comprendere e ipotizzare nuove forme di narrazione e nuove proposte alternative a quelle già in atto che, alla prova dei fatti, risultano non essere adeguate.
A parlare di nuove modalità di incontro e di riparazione tra reo e vittima alla luce della riforma Cartabia saranno alcune personalità che da anni si occupano di Diritti per le persone detenute.
Interverranno
Giuseppe Mosconi – Presidente di Antigone Veneto
Antonio Bincoletto – Garante dei detenuti di Padova
Giorgio Bazzega – mediatore penale e divulgatore sui temi della Giustizia Riparativa
Modera:
Lorenzo Sciacca – coordinatore del Centro di Mediazione sociale e dei conflitti del Comune di Padova e membro del Comitato Nazionale dei mediatori penali 
 

Share This