Parole come “profughi”, “rifugiati”, “clandestini” sono spesso usate in maniera sbagliata. Vizi linguistici dai quali scaturiscono rappresentazioni falsate e fuorvianti. Roberta Porro, coordinatrice di Avvocato di strada Andria, intervistata da Puglia Reporter e da Andria Live

<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/Ki8y-Mr7bFE" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti sulle iniziative di Avvocato di strada

Richiesta d'iscrizione ricevuta. Grazie!

Share This